Hanoi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
  (Reindirizzato da Thăng Long )
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

Hanoi
Hà Nội
Dall'alto, da sinistra a destra: Skyline di Hanoi occidentale, Torre delle tartarughe , Barche di pellegrini verso la Pagoda dei profumi , Cattedrale di San Giuseppe , Teatro dell'opera di Hanoi , Porta Đoan Môn della Cittadella Imperiale di Thăng Long e padiglione Khuê Văn al Tempio della Letteratura .
Sigillo ufficiale di Hanoi
Soprannome: 
La Città per la Pace ( Thành phố vì hòa bình ) [1]
La Capitale di Mille Anni di Civiltà ( Thủ đô nghìn năm văn hiến ) [2]
Hanoi si trova in Vietnam
Hanoi
Hanoi
Posizione all'interno del Vietnam
Hanoi si trova nel sud-est asiatico
Hanoi
Hanoi
Posizione all'interno del sud-est asiatico
Coordinate: 21°01′42″N 105°51′15″E / 21.02833°N 105.85417°E / 21.02833; 105.85417Coordinate : 21°01′42″N 105°51′15″E  / 21.02833°N 105.85417°E / 21.02833; 105.85417
Nazione Vietnam
Regionedelta del fiume rosso
Fondato257 aC
Trovato daAn Dương Vương
CapitaleHoàn Kiếm
suddivisione12 distretti urbani, 17 distretti rurali, una città
Governo
 • TipoComune
 • CorpoConsiglio popolare di Hanoi  [ vi ]
 • Segretario del Partitoinh Tiến Dũng
 • Presidente del Consiglio PopolareNguyễn Ngọc Tuấn
 • Presidente del Comitato PopolareChu Ngọc Anh
La zona
 •  Capitale3.358,6 km 2 (1.297 miglia quadrate )
 • Urbano
319,56 km 2 (123,38 miglia quadrate)
 • Metro
24.314,7 km 2 (9.388,0 miglia quadrate)
Elevazione più alta
1.296 m (4.252 piedi)
Popolazione
 (2019) [4] [5]
 •  Capitale8.053.663 ( )
 •  Urbano
3.962.310
 • Densità urbana14.708,8/km 2 (38.096/kmq)
 •  Metropolitana
19.795.895
 • Densità metropolitana662,1 / km 2 (1,715 / sq mi)
DemonimiHanoian
Gruppi etnici
 •  Vietnamita [7]98,66%
 •  Mường0,77%
 •  Tay0,24%
 •  tailandese0,09%
 •  Nùng0,08%
 • Altri0,16%
Fuso orarioUTC+07:00 ( TIC )
Codice postale
10000–14000
Prefissi24
Codice ISO 3166VN-HN
Targa29 – 33, 40
GRP (nominale)2019 [8]
- Totale42,04 miliardi di dollari [9]
– Pro capiteUS$ 5.196 [9]
- CrescitaAumento 7,62%
ClimaCwa
Aeroporti internazionaliAeroporto Internazionale di Nội Bài
Distretto più grande per areaQuartiere Ba Vì (423 km 2 ) [10]
Distretto più grande per popolazioneDistretto di Hoàng Mai (censimento 2019 506.347) [11]
Sito webwww .english .hanoi .gov .vn
Nome ufficialeSettore centrale della cittadella imperiale di Thăng Long – Hanoi
CriteriCulturale: (ii), (iii), (vi)
Riferimento1328
Iscrizione2010 (34a sessione )
La zona18.395 ettari (45,46 acri)
Zona cuscinetto108 ettari (270 acri)

Hanoi ( UK : / ( ˌ ) h æ -, h ə n ɔɪ / ha-, hə- NOY o US : / h ɑː - / hah- NOY ; vietnamita : Ha noi [hàː nôjˀ] ( ascolta )A proposito di questo suono ) è la capitale del Vietnam . Copre un'area di 3.358,6 km 2 (1.296,8 miglia quadrate). [3] La seconda città più grande del Vietnam, è composta da 12 distretti urbani, 1 città a livello di distretto e 17 distretti rurali. Situata all'interno del delta del fiume Rosso , Hanoi è il centro culturale e politico del Vietnam .

Hanoi ha fatto risalire la sua storia al III secolo a.C., quando una parte della città moderna fungeva da capitale della storica nazione vietnamita di Âu Lạc . Dopo il crollo di Âu Lạc, la città faceva parte della Cina Han . Nel 1010, l'imperatore vietnamita Lý Thái Tổ stabilì la capitale della nazione imperiale vietnamita Đại Việt nell'odierna Hanoi centrale, chiamando la città Thăng Long (letteralmente "Drago ascendente"). Thăng Long rimase il centro politico di Đại Việt fino al 1802, quando la dinastia Nguyễn , l'ultima dinastia imperiale vietnamita, trasferì la capitale a Huế . La città fu ribattezzata Hanoi nel 1831 e servì come capitale dell'Indocina francesedal 1902 al 1945. Il 6 gennaio 1946, l'Assemblea nazionale della Repubblica Democratica del Vietnam designò Hanoi come capitale del paese di nuova indipendenza , che sarebbe durata durante la prima guerra d'Indocina (1946-1954) e la guerra del Vietnam (1955 –1975). Hanoi è la capitale della Repubblica Socialista del Vietnam dal 1976.

Hanoi ospita varie venerabili istituzioni educative e luoghi culturali di rilievo, tra cui l' Università Nazionale del Vietnam , lo Stadio Nazionale Mỹ Đình e il Museo Nazionale delle Belle Arti del Vietnam . Tra i suoi successi, ha un sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO : il settore centrale della cittadella imperiale di Thăng Long , costruito per la prima volta nel 1011 d.C. Hanoi è stata l'unica località dell'Asia-Pacifico a ricevere il titolo di "Città per la pace" dall'UNESCO il 16 luglio 1999, riconoscendo i suoi contributi alla lotta per la pace, i suoi sforzi per promuovere l'uguaglianza nella comunità, proteggere l'ambiente, promuovere la cultura e l'educazione e la cura per le giovani generazioni. Hanoi è entrata a far parte dell'UNESCO's Network of Creative Cities as a Design City il 31 ottobre 2019, in occasione della Giornata Mondiale delle Città. [12] La città ha anche ospitato numerosi eventi internazionali, tra cui l' APEC Vietnam 2006 , la 132a Assemblea dell'Unione interparlamentare (IPU-132), il vertice di Hanoi tra Corea del Nord e Stati Uniti del 2019 , nonché i Giochi del sud-est asiatico del 2003 , 2009 Giochi asiatici al coperto e i prossimi Giochi del sud-est asiatico del 2021 .

Nomi [ modifica ]

Hanoi ha avuto vari nomi nel corso della storia.

  • Era conosciuto prima come Long Biên (龍邊, "bordo del drago"), poi Tống Bình (宋平, " Canzone della pace") e Long Đỗ (龍肚, "ventre del drago"). Long Biên in seguito ha dato il nome al famoso ponte Long Biên , costruito durante il periodo coloniale francese , e più recentemente a un nuovo quartiere a est del fiume Rosso . Diversi nomi più antichi di Hanoi sono caratterizzati da lungo (龍, "drago"), legato alla formazione curva del Fiume Rosso intorno alla città, che era simboleggiata come un drago. [13] [14] [15]
  • Nell'866 fu trasformata in cittadella e chiamata Đại La (大羅, "grande rete"). Questo gli diede il soprannome di La Thành (羅城, "cittadella della rete"). Sia Đại La che La Thành sono nomi delle strade principali della moderna Hanoi.
  • Quando Lý Thái Tổ stabilì la capitale nell'area nel 1010, fu chiamata Thăng Long (昇龍, "drago in ascesa"). [16] [17] Thăng Long in seguito divenne il nome di un importante ponte sull'autostrada che collegava il centro della città all'aeroporto di Nội Bài e alla superstrada di Thăng Long Boulevard a sud-ovest del centro della città. In tempi moderni, la città viene solitamente indicata come Thăng Long – Hà Nội , quando si discute della sua lunga storia.
  • Durante la dinastia Hồ fu chiamata Đông Đô (東都|, "metropoli orientale"). [14] [18]
  • Durante la dinastia Minh , era chiamata Đông Quan (東關|, "porta orientale"). [14] [15] [18]
  • Durante la dinastia Lê , Hanoi era conosciuta come Đông Kinh (東京|, "capitale orientale"). Questo ha dato il nome a Tonkin e Golfo di Tonkin . Una piazza adiacente al lago Hoàn Kiếm è stata chiamata Đông Kinh Nghĩa Thục dopo la scuola riformista Tonkin Free School sotto la colonizzazione francese. [14] [18]
  • Dopo che la fine del Tây Sơn si era espansa più a sud, la città fu chiamata Bắc Thành (北城, "cittadella settentrionale"). [14] [15] [18]
  • Minh Mạng ribattezzò la città Hà Nội (河內, "dentro i fiumi ") nel 1831. Questo è rimasto il suo nome ufficiale fino ai tempi moderni. [14] [15] [18]
  • Diversi nomi non ufficiali di Hanoi includono: Kẻ Chợ (mercato), Tràng An (lunga pace), Phượng Thành/Phụng Thành (città della fenice), Long Thành (abbreviazione di Kinh thành Thăng Long , "cittadella di Thăng Long"), Kinh kỳ (capitale), Hà Thành (abbreviazione di Thành phố Hà Nội , "città di Hanoi"), Hoàng Diệu e Thủ Đô (capitale). [14] [15] [18]

Storia [ modifica ]

Pre-Thăng Lungo periodo [ modifica ]

Ad Hanoi si trovano molte vestigia di insediamenti umani del tardo Paleolitico e del primo Mesolitico . Nel 1971-1972, gli archeologi di Ba Vì e Đông Anh hanno scoperto ciottoli con tracce di intaglio e lavorazione da parte dell'uomo che sono reliquie della cultura Sơn Vi , databili da 10.000 a 20.000 anni fa. [19] [20] Nel 1998-1999, il Museo di storia vietnamita (ora Museo nazionale di storia vietnamita ) ha effettuato studi archeologici nel nord del lago Dong Mo (Son Tay, Hanoi), trovando vari reperti e oggetti appartenenti a Cultura Sơn Vi – nel Paleolitico, 20.000 anni fa. [21] Durante iltrasgressione del medio Olocene , il livello del mare si è alzato e ha immerso le zone basse; i dati geologici mostrano chiaramente che la costa era inondata e si trovava vicino all'odierna Hanoi, come risulta dall'assenza di siti neolitici nella maggior parte della regione di Bac Bo. [22] Di conseguenza, da circa diecimila anni a circa 4.000 anni fa, Hanoi in generale era completamente assente. [19] Si ritiene che la regione sia stata abitata ininterrottamente negli ultimi 4.000 anni. [23] [24]

Regno di Âu Lạc e Nanyue [ modifica ]

Intorno al III secolo a.C., An Dương Vương stabilì la capitale di Âu Lạc a nord dell'odierna Hanoi, dove viene costruita una cittadella fortificata, nota alla storia come Cổ Loa , [25] il primo centro politico della civiltà vietnamita prima del Era sinitica, [26] con un terrapieno esterno di 600 ettari . Nel 179 aC, il regno di Âu Lạc fu annesso da Nanyue , che inaugurò più di un millennio di dominazione cinese. Zhao Tuo successivamente incorporò le regioni nel suo dominio di Nanyue , ma lasciò ai capi indigeni il controllo della popolazione. [27] [28] [29]Per la prima volta, la regione faceva parte di un sistema politico guidato da un sovrano cinese. [30]

Hanoi sotto il dominio cinese [ modifica ]

Nel 111 aC, la dinastia Han conquistò Nanyue e la governò per le successive centinaia di anni. [31] [32] La dinastia Han organizzò Nanyue in sette commende del sud (Lingnan) e ora includeva tre nel solo Vietnam: Giao Chỉ e Cửu Chân, e un Nhật Nam di nuova costituzione. [33] [34]

Nel marzo [35] del 40 d.C., Trưng Trắc e Trưng Nhị, figlie di una ricca famiglia aristocratica di etnia Lac [36] nel distretto di Mê Linh (Hanoi), portarono la popolazione locale a ribellarsi agli Han. [35] [37] [38] Cominciò al delta del fiume Rosso , ma si diffuse rapidamente sia a sud che a nord da Jiaozhi, agitando tutte e tre le regioni di Lạc Việt e la maggior parte del Lingnan, [38] [36] ottenendo il sostegno di circa sessantacinque città e insediamenti. [37] Le sorelle Trưng stabilirono poi la loro corte a Mê Linh a monte. [39] [40] Nel 42 d.C., l'imperatore Han incaricò il generale Ma Yuanreprimere la rivolta con 32.000 uomini, di cui 20.000 regolari e 12.000 ausiliari regionali. [37] [39] La ribellione fu sconfitta l'anno successivo quando Ma Yuan catturò e decapitò Trưng Trắc e Trưng Nhị, quindi mandò la loro testa alla corte Han a Luoyang . [41]

Entro la metà del V secolo, nel centro dell'antica Hanoi, un insediamento fortificato fu fondato dalla dinastia cinese Liu Song come sede di un nuovo distretto chiamato Tống Bình (Songping) all'interno della commenda di Giao Chỉ . [42] Il nome si riferisce alla sua pacificazione da parte della dinastia. Fu elevata a propria commenda ad un certo punto tra il 454 e il 464 d.C. [43] La commenda comprendeva i distretti di Yihuai (義懷) e Suining (綏寧) a sud del Fiume Rosso (ora Từ Liêm e Hoài Đức distretti) con una metropoli (il centro del dominio) nell'attuale Hanoi interna.

Protettorato di Annam [ modifica ]

Entro l'anno 679, la dinastia Tang cambiò il nome della regione in Annan (Sud pacificato), con Songping come capitale. [44]

Per sconfiggere le rivolte popolari, nella seconda metà dell'VIII secolo, Zhang Boyi (張伯儀), un viceré della dinastia Tang, costruì Luocheng (羅城, La Thanh o La cittadella, da Thu Le a Quan Ngua nell'attuale Ba Dinh distretto). Nella prima metà del IX secolo fu ulteriormente edificata e chiamata Jincheng (金城, Kim Thanh o Kim Citadel). Nell'863, l' esercito di Nanzhao e la popolazione locale assediarono Jincheng e sconfissero gli eserciti cinesi di 150.000. [45] [46] Nell'866, il jiedushi cinese Gao Pian riconquistò la città e scacciò i Nanzhao ei ribelli. [46] Rinominò la città in Daluocheng (大羅城, Đại La thành). Ha costruito il muro, 6.344 metri intorno alla città, che alcune parti erano alte più di 8 metri.[47] Đại La all'epoca con circa 25.000 residenti comprendeva piccole comunità straniere e residenti di persiani, arabi, indiani, cham, giavanesi e cristiani nestoriani , [48] divenne un importante centro commerciale della dinastia Tang a causa del saccheggio di Canton dallaribellionedi Huang Chao . [45] All'inizio del X secolo d.C., l'odierna Hanoi era conosciuta dai commercianti musulmani come Luqin . [49]

Hanoi sotto il Vietnam indipendente [ modifica ]

Thăng Long, Đông Đô, Đông Quan, Đông Kinh [ modifica ]

Nel 1010, Lý Thái Tổ , il primo sovrano della dinastia Lý , trasferì la capitale di i Việt nel sito della Cittadella di Đại La. Affermando di aver visto un drago salire sul Fiume Rosso, ribattezzò il sito Thăng Long (昇龍, "Drago in volo"), un nome ancora usato poeticamente fino ad oggi. Thăng Long rimase la capitale di Đại Việt fino al 1397, quando fu trasferita a Thanh Hóa , allora conosciuta come Tây Đô (西都), la "capitale occidentale". Thăng Long divenne poi Đông Đô (東都), la "capitale orientale".

Nel 1408, la dinastia cinese Ming attaccò e occupò il Vietnam, cambiando il nome di Đông Đô in Dongguan ( cinese :東關, Porta orientale ), o Đông Quan in sino-vietnamita. Nel 1428, i vietnamiti rovesciarono i cinesi sotto la guida di Lê Lợi , [50] [ migliore fonte necessaria ] che in seguito fondò la dinastia Lê e ribattezzò Đông Quan Đông Kinh (東京, "capitale orientale") o Tonchino . Durante il 17° secolo, la popolazione di Đông Kinh è stata stimata dai diplomatici occidentali in circa 100.000. [51]Subito dopo la fine della dinastia Tây Sơn , fu chiamata Bắc Thành (北城, "Cittadella del Nord").

Durante la dinastia Nguyễn e il periodo coloniale francese [ modifica ]

Quando la dinastia Nguyễn fu fondata nel 1802, Gia Long trasferì la capitale a Huế . Thăng Long non era più la capitale, il suo Hán tự fu cambiato da 昇龍 ("Drago ascendente") a 昇隆 ("Ascesa e prosperità"), con l'obiettivo di ridurre il sentimento della dinastia Lê. [52] Gli imperatori del Vietnam usavano solitamente il drago (龍long ) come simbolo della loro forza e del loro potere imperiali. Nel 1831, l'imperatore Nguyễn Minh Mạng lo ribattezzò Hà Nội (河內, "Tra i fiumi" o "Interno del fiume"). Hanoi fu occupata dai francesi nel 1873 e passò loro dieci anni dopo. Come Hanoï , si trovava nelprotettorato del Tonchino divenne la capitale dell'Indocina francese dopo il 1887. [50]necessaria una fonte migliore ]

Durante la seconda guerra mondiale e la guerra del Vietnam [ modifica ]

Stemma di Hanoi sotto l'Indocina francese e lo stato del Vietnam .

La città fu occupata dai giapponesi imperiali nel 1940 e liberata nel 1945, quando divenne per breve tempo sede del governo Việt Minh dopo che Ho Chi Minh proclamò l'indipendenza del Vietnam. Tuttavia, i francesi tornarono e rioccuparono la città nel 1946. Dopo nove anni di combattimenti tra le forze francesi e Viet Minh, Hanoi divenne la capitale di un Vietnam del Nord indipendente nel 1954. L' esercito francese si ritirò quell'anno e l' esercito popolare del Vietnam e La Commissione Internazionale di Controllo occupò la città in base ai termini della Conferenza di Ginevra del 1954 . [53]

Durante la guerra del Vietnam , le strutture di trasporto di Hanoi furono interrotte dal bombardamento di ponti e ferrovie da parte della Settima aeronautica statunitense e dell'aeronautica della Repubblica del Vietnam . Questi sono stati tutti, tuttavia, successivamente riparati. Dopo la fine della guerra, Hanoi divenne la capitale del Vietnam riunificato quando il Vietnam del Nord e del Sud furono riuniti il ​​2 luglio 1976. [54]

Hanoi moderna [ modifica ]

Dopo che le politiche economiche di Đổi Mới furono approvate nel 1986, il Partito Comunista e i governi nazionali e municipali speravano di attirare investimenti internazionali per progetti di sviluppo urbano ad Hanoi. [55] I grattacieli commerciali non iniziarono ad apparire fino a dieci anni dopo, poiché la comunità degli investitori internazionali era scettica sulla sicurezza dei propri investimenti in Vietnam. [55] Il rapido sviluppo urbano e l'aumento dei costi hanno spostato molte aree residenziali nel centro di Hanoi. [55] Dopo un breve periodo di stagnazione economica dopo la crisi finanziaria asiatica del 1997 , Hanoi ha ripreso la sua rapida crescita economica. [55]

Il 29 maggio 2008, è stato deciso che Provincia di Ha Tay , Provincia di Vinh Phuc s' Mê Linh Distretto e 4 comuni di Luong Son Distretto , Provincia di Hoa Binh riunite all'interno del area metropolitana di Hanoi dal 1 ° agosto 2008. [56] totale di Hanoi l'area aumentò quindi a 334.470 ettari in 29 suddivisioni [57] con la nuova popolazione di 6.232.940., [57] triplicando effettivamente le sue dimensioni. La regione della capitale di Hanoi ( Vùng Thủ đô Hà Nội), un'area metropolitana che copre Hanoi e 6 province circostanti sotto la sua amministrazione, avrà un'area di 13.436 chilometri quadrati (5.188 miglia quadrate) con 15 milioni di persone entro il 2020.

Hanoi ha recentemente sperimentato un rapido boom edilizio. I grattacieli, spuntando nelle nuove aree urbane, hanno cambiato radicalmente il paesaggio urbano e hanno formato uno skyline moderno fuori dalla città vecchia. Nel 2015, Hanoi è classificata 39th da Emporis nell'elenco delle città del mondo con la maggior parte dei grattacieli oltre i 100 m; i suoi due edifici più alti sono Hanoi Landmark 72 Tower (336 m, il secondo più alto in Vietnam dopo il Landmark 81 di Ho Chi Minh City e il terzo più alto nel sud-est asiatico dopo le Petronas Towers della Malesia ) e Hanoi Lotte Center (272 m, anche, terzo più alto in Vietnam).

La protesta pubblica in opposizione alla riqualificazione di aree culturalmente significative ad Hanoi ha convinto il governo nazionale ad attuare una politica di piani bassi che circondano il lago Hoàn Kiếm . [55] Anche il distretto di Ba Đình è protetto dalla riqualificazione commerciale. [55]

Geografia [ modifica ]

Posizione, topografia [ modifica ]

Hanoi si trova nella regione settentrionale del Vietnam, situata nel delta del fiume Rosso, a circa 90 km dalla costa. Hanoi contiene tre tipi fondamentali di terreno, che sono l'area del delta, l'area centrale e la zona montuosa. In generale il terreno diventa progressivamente più basso da nord a sud e da ovest a est, con un'altezza media che varia dai 5 ai 20 metri sul livello del mare. Colline e zone montuose si trovano nelle parti settentrionali e occidentali della città. La vetta più alta è a Ba Vi con 1281 m, situata a ovest della città vera e propria.

Clima [ modifica ]

Hanoi, Vietnam
Carta climatica ( spiegazione )
J
F
m
UN
m
J
J
UN
S
oh
n
D
 
 
18
 
 
20
14
 
 
19
 
 
20
15
 
 
34
 
 
23
18
 
 
105
 
 
27
22
 
 
165
 
 
31
25
 
 
266
 
 
33
26
 
 
253
 
 
33
26
 
 
274
 
 
32
26
 
 
243
 
 
31
25
 
 
156
 
 
29
22
 
 
59
 
 
25
19
 
 
20
 
 
22
16
Media max. e min. temperature in °C
Totale delle precipitazioni in mm

Hanoi presenta un clima subtropicale umido influenzato dai monsoni ( Köppen Cwa ) con abbondanti precipitazioni. [58] La città vive il clima tipico del Vietnam settentrionale, con quattro stagioni distinte. [59] L' estate, da maggio ad agosto, è caratterizzata da un clima caldo e umido con piogge abbondanti e pochi giorni asciutti. [60] : 40  [59] Le condizioni calde e secche causate dai venti occidentali durante l'estate sono rare. [60] : 40  Da settembre a novembre comprende la stagione autunnale, caratterizzata da una diminuzione della temperatura e delle precipitazioni. [59]Gli inverni, da dicembre a gennaio, sono caratterizzati da miti con abbondanti piogge e poco sole. [59] [60] : 40  La città è solitamente nuvolosa e nebbiosa in inverno, con una media di solo 1,5 ore di sole al giorno a febbraio e marzo.

La regione ha un bilancio idrico positivo (cioè le precipitazioni superano la potenziale evapotraspirazione ). [61] [62]

Hanoi ha una media di 1.612 millimetri (63,5 pollici) di pioggia all'anno, la maggior parte da maggio a ottobre. Ci sono una media di 114 giorni con pioggia. [59]

La temperatura media annuale è di 23,6 ° C (74 ° F), con un'umidità relativa media superiore all'80%. Il mese più freddo ha una temperatura media di 16,4 ° C (61,5 ° F) e il mese più caldo ha una temperatura media di 29,2 ° C (84,6 ° F). La temperatura più alta registrata è stata di 42,8 °C (109 °F) nel maggio 1926, mentre la temperatura più bassa registrata è stata di 2,7 °C (37 °F) nel gennaio 1955. [59]

Dati climatici per Hanoi
Mese Jan febbraio Mar aprile Maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre Anno
Registra alto °C (°F) 32,0
(89,6)
34,7
(94,5)
37,2
(99,0)
39,0
(102,2)
42,8
(109,0)
42,5
(108,5)
40,8
(105,4)
38,2
(100,8)
39,0
(102,2)
36,6
(97,9)
34,7
(94,5)
31,5
(88,7)
42,8
(109,0)
Media alta °C (°F) 19,7
(67,5)
20,1
(68,2)
22,9
(73,2)
27,2
(81,0)
31,4
(88,5)
32,9
(91,2)
33,1
(91,6)
32,3
(90,1)
31,2
(88,2)
28,8
(83,8)
25,3
(77,5)
22,0
(71,6)
27,2
(81,0)
Media giornaliera °C (°F) 16,4
(61,5)
17,2
(63,0)
20,0
(68,0)
23,9
(75,0)
27,4
(81,3)
28,9
(84,0)
29,2
(84,6)
28,6
(83,5)
27,5
(81,5)
24,9
(76,8)
21,5
(70,7)
18,2
(64,8)
23,6
(74,5)
Medio basso °C (°F) 14,3
(57,7)
15,3
(59,5)
18,1
(64,6)
21,7
(71,1)
24,6
(76,3)
26,1
(79,0)
26,3
(79,3)
26,0
(78,8)
24,9
(76,8)
22,3
(72,1)
18,9
(66,0)
15,6
(60,1)
21,2
(70,2)
Registra °C (°F) basso 2,7
(36,9)
6,0
(42.8)
6,0
(42.8)
11,8
(53,2)
17,2
(63,0)
20,0
(68,0)
21,0
(69,8)
22,2
(72,0)
16,1
(61,0)
14,0
(57,2)
10,0
(50,0)
5,0
(41.0)
2,7
(36,9)
Precipitazioni medie mm (pollici) 18
(0,7)
19
(0,7)
34
(1.3)
105
(4.1)
165
(6.5)
266
(10,5)
253
(10.0)
274
(10.8)
243
(9.6)
156
(6.1)
59
(2.3)
20
(0.8)
1.612
(63,4)
Giorni di pioggia medi 10.3 12.4 16.0 14.4 14.5 14.6 15.6 16.9 13.6 10.9 7.9 5,0 152.1
Media umidità relativa (%) 80.9 83,4 87.9 89.4 86.5 82,9 82.2 85,9 87.2 84.2 81,9 81,3 84.5
Ore di sole mensili medie 74 47 47 90 183 172 195 174 176 167 137 124 1.586
Fonte 1: Vietnam Institute for Building Science and Technology [63]
Fonte 2: Pogoda.ru.net (record), [64] (solo record di maggio e minimo di gennaio), [59] Vietnamnet.vn (solo record di giugno), [65] Tutiempo.net (record di marzo e aprile) solo basso), [66] [67] Nchmf.gov.vn [68]
Dati climatici per Distretto di Hà Đông
Month Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec Year
Record high °C (°F) 31.3
(88.3)
34.9
(94.8)
38.9
(102.0)
39.9
(103.8)
37.9
(100.2)
39.5
(103.1)
38.3
(100.9)
37.7
(99.9)
36.2
(97.2)
34.6
(94.3)
34.6
(94.3)
30.7
(87.3)
39.9
(103.8)
Average high °C (°F) 19.9
(67.8)
20.2
(68.4)
23.1
(73.6)
27.2
(81.0)
31.1
(88.0)
33.0
(91.4)
33.2
(91.8)
32.2
(90.0)
30.9
(87.6)
28.7
(83.7)
25.3
(77.5)
22.2
(72.0)
27.3
(81.1)
Daily mean °C (°F) 16.5
(61.7)
17.4
(63.3)
20.1
(68.2)
23.7
(74.7)
26.8
(80.2)
28.8
(83.8)
29.1
(84.4)
28.4
(83.1)
27.0
(80.6)
24.5
(76.1)
21.2
(70.2)
18.0
(64.4)
23.5
(74.3)
Average low °C (°F) 14.4
(57.9)
15.5
(59.9)
18.2
(64.8)
21.6
(70.9)
24.0
(75.2)
25.8
(78.4)
26.2
(79.2)
25.8
(78.4)
24.4
(75.9)
21.7
(71.1)
18.4
(65.1)
15.2
(59.4)
20.9
(69.6)
Record low °C (°F) 5.4
(41.7)
6.1
(43.0)
7.3
(45.1)
13.3
(55.9)
16.5
(61.7)
20.8
(69.4)
22.5
(72.5)
21.9
(71.4)
19.0
(66.2)
12.0
(53.6)
8.4
(47.1)
3.6
(38.5)
3.6
(38.5)
Average precipitation mm (inches) 24
(0.9)
27
(1.1)
39
(1.5)
91
(3.6)
179
(7.0)
239
(9.4)
229
(9.0)
272
(10.7)
235
(9.3)
196
(7.7)
97
(3.8)
43
(1.7)
1,671
(65.8)
Average precipitation days 9.8 12.2 15.1 14.1 14.4 14.2 14.9 15.7 13.6 11.3 8.4 6.2 149.9
Average relative humidity (%) 84.6 86.0 87.9 89.4 86.5 82.9 82.2 85.9 87.2 84.2 81.9 81.3 85.0
Mean monthly sunshine hours 71 48 57 93 178 171 195 178 178 159 141 124 1,593
Source: Vietnam Institute for Building Science and Technology[63]

Divisioni amministrative [ modifica ]

Hà Nội è diviso in 12 distretti urbani, 1 città a livello di distretto e 17 distretti rurali. Quando Hà Tây è stata fusa in Hanoi nel 2008, Hà Đông è stata trasformata in un distretto urbano mentre Sơn Tây è stata degradata in una città a livello di distretto. Sono ulteriormente suddivisi in 22 città a livello di comune (o townlets), 399 comuni e 145 quartieri.

Divisioni amministrative di Hanoi

Elenco delle divisioni del governo locale [ modifica ]

Suddivisioni di Hanoi
Città/Distretti di provincia [10] Reparti [10] Superficie (km 2 ) [10] Popolazione (2019) [11]
12 distretti urbani (Quận)
Ba Đình 14 9.21 221.893
Bắc Từ Liêm 13 45.32 335,110
Cầu Giấy 8 12.32 292.536
ng Đa 21 9,95 371.606
Hai Bà Trưng 20 10.26 303.586
Hà Đông HT 17 49.64 397.854
Hoàn Kiếm 18 5.29 135.618
Hoàng Mai 14 40.32 506.347
lungo Bien 14 59.82 322.549
Nam Từ Liêm 10 32.19 264.246
Tây Hồ 8 24.39 160.495
Thanh Xuân 11 9.09 293.524
totale parziale 168
1 città (Thị xã)
Sơn Tây HT 15 117.43 145.856
17 distretti rurali (Huyện)
Ba Vì HT 30 + 1 città 423.00 290,580
Chương Mỹ HT 30 + 2 città 237,38 337.326
an Phượng HT 15 + 1 città 78.00 174.501
ông Anh 23 + 1 città 185.62 405.749
Gia Lâm 20 + 2 città 116.71 286.102
Hoài Đức HT 19 + 1 città 84.93 262,978
Me Linh 16 + 2 città 142.46 240,555
Mỹ Đức HT 21 + 1 città 226.25 199.901
Phú Xuyen HT 26 + 2 città 171.10 213.984
Phúc Thọ HT 22 + 1 città 118.63 184.024
Quốc Oai HT 20 + 1 città 151.13 194.412
Sóc Sơn 25 + 1 città 304.76 343.432
Thanh Trì 15 + 1 città 63.49 275.745
Thanh Oai HT 20 + 1 città 123,87 211.029
Thạch Thất HT 22 + 1 città 187.44 216.554
Cosa Tín HT 28 + 1 città 130.41 247,700
ng Hòa HT 28 + 1 città 188.18 254.702
totale parziale 380 + 21 città
Totale 553 + 21 città 3358.59 8.053.663

HT – già unità di suddivisione amministrativa della defunta provincia di Hà Tây

Demografia [ modifica ]

Donne vietnamite che indossano il costume tradizionale Áo dài durante il vertice APEC 2006

Durante il periodo coloniale francese, come capitale dell'Indocina francese , Hanoi attirò un numero considerevole di francesi, cinesi e vietnamiti dalle aree circostanti. Negli anni '40 la popolazione della città era di 132.145 abitanti. [69] Dopo la prima guerra d'Indocina , molti francesi e cinesi lasciarono la città per trasferirsi a sud o per rimpatriare.

La popolazione di Hanoi ha iniziato ad aumentare rapidamente solo nella seconda metà del XX secolo. Nel 1954 la città contava 53mila abitanti, su una superficie di 152 km². Nel 1961, l'area della città si era estesa a 584 km² e la popolazione era di 91.000 persone. Nel 1978, l'Assemblea Nazionale (Vietnam) decise di espandere per la seconda volta Hanoi a 2.136 km², con una popolazione di 2,5 milioni di persone. [70] Nel 1991, l'area di Hanoi continuò a cambiare, diminuendo a 924 km², ma la popolazione era ancora di oltre 2 milioni di persone. Durante gli anni '90, la popolazione di Hanoi è aumentata costantemente, raggiungendo 2.672.122 persone nel 1999. [71] Dopo l'espansione più recente nell'agosto 2008, Hanoi ha una popolazione di 6.233 milioni ed è tra le 17 capitali con la più grande area del mondo.[72] Secondo il censimento del 2009, la popolazione di Hanoi è di 6.451.909 persone. [73] Al 1° aprile 2019, Hanoi aveva una popolazione di 8.053.663, di cui 3.991.919 maschi e 4.061.744 femmine. [11] La popolazione che vive nelle aree urbane è di 3.962.310 persone, pari al 49,2% e nelle aree rurali è di 4.091.353 persone, pari al 50,8%. Hanoi è la seconda città più popolosa del paese, dopo Ho Chi Minh City (8.993.082 persone). Il tasso di crescita medio annuo della popolazione dal 2009 al 2019 di Hanoi è del 2,22%/anno, superiore al tasso di crescita nazionale (1,14%/anno) ed è il secondo più alto nel delta del fiume Rosso, solo dopo la provincia di Bắc Ninh (2,90% / anno).

Al giorno d'oggi, la città è sia un'importante area metropolitana del Vietnam del Nord, sia anche il centro culturale e politico del paese, esercitando molta pressione sulle infrastrutture, alcune delle quali sono antiquate e risalgono all'inizio del XX secolo. Ha oltre otto milioni di residenti all'interno della città vera e propria e una popolazione stimata di 20 milioni all'interno dell'area metropolitana .

È probabile che il numero di Hanoiani che si sono stabiliti per più di tre generazioni sia molto piccolo rispetto alla popolazione complessiva della città. Anche nel centro storico , dove il commercio è iniziato centinaia di anni fa e consisteva principalmente di attività familiari, molti dei negozi lungo la strada oggi sono di proprietà di commercianti e dettaglianti di altre province. La famiglia del proprietario originale potrebbe aver affittato il negozio e si è trasferita nella casa adiacente o si è trasferita del tutto fuori dal quartiere. Il ritmo del cambiamento si è intensificato soprattutto dopo l'abbandono delle politiche economiche di pianificazione centrale e l'allentamento del sistema di registro delle famiglie distrettuale. [74]

I numeri di telefono di Hanoi sono stati aumentati a 8 cifre per far fronte alla domanda (ottobre 2008). I numeri di telefono degli abbonati sono stati modificati in modo casuale; tuttavia, i telefoni cellulari e le carte SIM sono prontamente disponibili in Vietnam, con credito telefonico prepagato disponibile in tutte le aree di Hanoi.

Statistiche vitali [ modifica ]

Tasso di fertilità [ modifica ]

Provincia 2005 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019
Vietnam 2.11 2.07 2.08 2.03 2.00 1,99 2.05 2.10 2.09 2.10 2.09 2.04 2.05 2.09
delta del fiume rosso 2.06 2.11 2.13 2.11 2.04 2.06 2.11 2.11 2.30 2.23 2.23 2.16 2.29 2.35
Hà Nội 1.83 1.91 2.06 2.08 2.00 2.02 2.06 2.03 2.18 2.04 2.06 2.00 2.07 2.24

Tassi di natalità, morte e fertilità [ modifica ]

Tasso di natalità grezzo (per 1000) Tasso di mortalità grezzo (per 1000) Tasso di aumento naturale
2011 18.6 6.8 11,8
2012 17.1 7.2 9.9
2013 16.5 7.3 9.2
2014 18.9 6.6 12.3
2015 16.3 7.3 9.1
2016 16.6 7.8 8.8
2017 15.1 5,5 9.6
2018 14.7 6.1 8.6
2019* 19.1 5.7 13.4
  • preliminare

Fonte: Ufficio di statistica generale del Vietnam.

Religione [ modifica ]

Buddismo , taoismo e confucianesimo sono le principali religioni di Hanoi da molti anni. La maggior parte delle persone si considera buddista, anche se non tutti seguono regolarmente la religione.

Gruppi etnici [ modifica ]

Ci sono più di 50 gruppi etnici ad Hanoi, di cui il Viet (Kinh) è il più numeroso; secondo i dati ufficiali vietnamiti (censimento 2019), che rappresentano il 98,66% della popolazione, seguito da Mường allo 0,77% e Tày allo 0,24%. [11]

Economia [ modifica ]

Secondo una recente classifica di PricewaterhouseCoopers , Hanoi e Saigon saranno tra le città in più rapida crescita al mondo in termini di crescita del PIL dal 2008 al 2025. [75] Nel 2013, Hanoi ha contribuito al PIL per il 12,6%, esportando il 7,5% delle esportazioni totali, ha contribuito per il 17% al bilancio nazionale e ha attirato il 22% di capitale di investimento del Vietnam. Il PIL nominale della città ai prezzi correnti ha raggiunto 451.213 miliardi di VND (21,48 miliardi di dollari) nel 2013, il che ha portato il PIL pro capite a 63,3 milioni di VND (3.000 dollari). [76] La produzione industriale in città ha registrato un rapido boom dagli anni '90, con una crescita media annua del 19,1 percento dal 1991 al 1995, del 15,9 percento dal 1996 al 2000 e del 20,9 percento nel periodo 2001-2003. [ citazione necessaria] Oltre agli otto parchi industriali esistenti, Hanoi sta costruendo cinque nuovi parchi industriali su larga scala e 16 distretti industriali di piccole e medie dimensioni. Il settore economico non statale è in rapida espansione, con oltre 48.000 imprese che operano secondo la legge sulle imprese (al 3/2007). [77]

Hanoi occidentale

Il commercio è un altro settore forte della città. Nel 2003, Hanoi aveva 2.000 imprese impegnate nel commercio estero, avendo stabilito legami con 161 paesi e territori. Il valore delle esportazioni della città è cresciuto in media dell'11,6 percento ogni anno dal 1996 al 2000 e del 9,1 percento nel periodo 2001-2003. [ citazione necessaria ] Anche la struttura economica ha subito importanti cambiamenti, con il turismo, la finanza e le banche che ora giocano un ruolo sempre più importante. I tradizionali quartieri degli affari di Hanoi sono Hoàn Kiếm , Hai Bà Trưng e Đống Đa ; e di recente sviluppo Cầu Giấy , Nam Từ Liêm , Bắc Từ Liêm , Thanh Xuân e Hà Đông nell'ovest.

Simile a Ho Chi Minh City , Hanoi gode di un mercato immobiliare in rapido sviluppo. [78] Le nuove aree urbane più importanti sono Trung Hòa Nhân Chính centrale, Mỹ Đình , le zone lussuose di The Manor, Ciputra, Royal City in Nguyễn Trãi Street (distretto di Thanh Xuân) e Times City nel distretto di Hai Bà Trưng. Con un PIL nominale stimato di 42,04 miliardi di dollari USA a partire dal 2019, è la seconda area economica più produttiva del Vietnam (dopo Ho Chi Minh City )

L'agricoltura , in precedenza un pilastro dell'economia di Hanoi, ha cercato di riformarsi, introducendo nuove varietà di piante e bestiame ad alto rendimento e applicando moderne tecniche agricole. [79]

Dopo le riforme economiche che hanno avviato la crescita economica, anche l'aspetto di Hanoi è cambiato significativamente, soprattutto negli ultimi anni. Le infrastrutture vengono costantemente aggiornate, con nuove strade e un sistema di trasporto pubblico migliorato. [80] Hanoi ha permesso l'ingresso in città di molte catene di fast food, come McDonald's , Lotteria , Pizza Hut , KFC e altre. La gente del posto ad Hanoi percepisce la possibilità di acquistare " fast-food " come un'indicazione di lusso e infissi permanenti. [81]Allo stesso modo, i funzionari della città sono motivati ​​dalle preoccupazioni per la sicurezza alimentare e dalle loro aspirazioni a una città "moderna" per sostituire i 67 mercati alimentari tradizionali con 1.000 supermercati entro il 2025. È probabile che ciò aumenti il ​​consumo di alimenti meno nutrienti, poiché i mercati tradizionali sono fondamentali per il consumo di cibi freschi piuttosto che trasformati. [82]

Oltre i tre quarti dei posti di lavoro ad Hanoi sono di proprietà statale. Il 9% dei posti di lavoro è fornito da organizzazioni di proprietà collettiva. Il 13,3% dei posti di lavoro è nel settore privato. [83] La struttura dell'occupazione è cambiata rapidamente con il ridimensionamento delle istituzioni statali e la crescita delle imprese private. [83] Hanoi ha controlli sull'immigrazione che consentono alla città di accettare solo persone che aggiungono competenze all'economia di Hanoi. [83] Un censimento del 2006 ha rilevato che ad Hanoi esistono 5.600 venditori di prodotti rurali, di cui il 90% proveniente dalle aree rurali circostanti. Questi numeri indicano il potenziale di guadagno molto maggiore negli spazi urbani piuttosto che in quelli rurali. [81] Le venditrici ambulanti senza istruzione, rurali e per lo più femminili sono raffigurate come partecipanti al " microbusiness "" e lo sviluppo economico locale di base da rapporti commerciali. [81] Nel luglio 2008, il governo della città di Hanoi ha ideato una politica per vietare parzialmente i venditori ambulanti e il commercio basato sui marciapiedi su 62 strade a causa delle preoccupazioni per la salute pubblica e per "modernizzare" l'immagine della città per attirare gli stranieri. [81] Molti stranieri credono che i venditori aggiungano un'aura tradizionale e nostalgica alla città, sebbene la vendita ambulante fosse molto meno comune prima delle politiche di Đổi Mới del 1986. [81] I venditori non sono stati in grado di formare una resistenza efficace tattiche al divieto e rimanere radicati nella struttura capitalista dominante della moderna Hanoi. [84]

Hanoi fa parte della Via della Seta Marittima che va dalla costa cinese attraverso lo Stretto di Malacca verso la punta meridionale dell'India fino a Mombasa , da lì attraverso il Mar Rosso attraverso il Canale di Suez al Mediterraneo , da lì alla regione dell'Alto Adriatico fino al snodo nord italiano di Trieste con i suoi collegamenti ferroviari con l'Europa centrale e il Mare del Nord . [85] [86] [87]

Sviluppo [ modifica ]

Sviluppo infrastrutturale [ modifica ]

Un piano generale di sviluppo per Hanoi è stato progettato da Ernest Hebrard nel 1924, ma è stato attuato solo parzialmente. [83] La precedente stretta relazione tra l' Unione Sovietica e il Vietnam portò alla creazione del primo piano globale per Hanoi con l'assistenza di pianificatori sovietici tra il 1981 e il 1984. [88] Non fu mai realizzato perché sembrava incompatibile con quello di Hanoi. disposizione esistente. [83]

Negli ultimi anni sono stati creati due piani generali per guidare lo sviluppo di Hanoi. [83] Il primo è stato il Master Plan di Hanoi 1990-2010, approvato nell'aprile 1992. È stato creato dalla collaborazione tra i pianificatori di Hanoi e l'Istituto nazionale di pianificazione urbana e rurale del Ministero delle costruzioni . [83] I tre obiettivi principali del piano erano creare abitazioni e un nuovo centro commerciale in un'area conosciuta come Nghĩa Đô, espandere le aree residenziali e industriali nel distretto di Gia Lâm e sviluppare i tre corridoi meridionali che collegano Hanoi a Hà Đông e al Thanh Distretto di Trì . [83]Il risultato finale del modello di utilizzo del suolo doveva assomigliare a una stella a cinque angoli entro il 2010. [83] Nel 1998, è stata approvata una versione rivista del piano generale di Hanoi per essere completata nel 2020. [83] Ha affrontato il significativo aumento delle proiezioni demografiche all'interno di Hanoi. Densità di popolazione e grattacieli nel centro della città sono stati progettati per essere limitati per proteggere le parti antiche del centro di Hanoi. [83] È prevista la costruzione di un sistema di trasporto ferroviario per espandere il trasporto pubblico e collegare Hanoi alle aree circostanti. Progetti come l'ammodernamento dell'aeroporto, un campo da golf e villaggi culturali sono stati approvati per lo sviluppo dal governo. [83]

Hanoi deve ancora affrontare i problemi associati alla crescente urbanizzazione. Sebbene sia un importante snodo dei trasporti con una vasta rete di strade nazionali, autostrade, ferrovie e sia sede dell'aeroporto internazionale di Noi Bai , l'aeroporto più trafficato del Vietnam, la disparità di ricchezza tra ricchi e poveri è un problema sia in capitale e in tutto il paese. [83] L'infrastruttura pubblica di Hanoi è stata valutata in cattive condizioni con elevate quantità di inquinamento e congestione nel 2001. La città ha anche frequenti interruzioni di corrente [da aggiornare ] , inquinamento dell'aria e dell'acqua, condizioni stradali difficili, congestione del traffico e un pubblico rudimentale sistema di transito. Congestione del traffico el'inquinamento atmosferico peggiora con l'aumento del numero di motocicli. Gli insediamenti abusivi si stanno espandendo sul bordo esterno della città con l'aumento dei senzatetto (2001). [83]

Alla fine degli anni '80, il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP) e il governo vietnamita avevano elaborato un progetto per lo sviluppo delle infrastrutture rurali. [83] Il progetto si è concentrato sul miglioramento delle strade, dell'approvvigionamento idrico e dei servizi igienico-sanitari e delle strutture educative, sanitarie e sociali perché lo sviluppo economico nei comuni e nelle aree rurali circostanti Hanoi dipende dai collegamenti infrastrutturali tra le aree rurali e urbane, in particolare per la vendita di prodotti rurali. [83] Il progetto mirava a utilizzare le risorse e le conoscenze disponibili a livello locale, come le tecniche di costruzione in terra compressa per l'edilizia. È stato finanziato congiuntamente dall'UNDP, il governo vietnamita e le risorse raccolte dalle comunità e dai governi locali. In quattro comuni, le comunità locali hanno contribuito al 37% del bilancio totale. [83] La manodopera locale, il sostegno della comunità e il finanziamento congiunto sono stati decisi come necessari per la sostenibilità a lungo termine del progetto. [83]

Sviluppo della società civile [ modifica ]

Parte degli obiettivi delle riforme economiche di Đổi Mới era decentralizzare la governance ai fini del miglioramento economico. Ciò ha portato alla creazione delle prime organizzazioni civiche orientate al problema ad Hanoi. Negli anni '90, Hanoi ha sperimentato una significativa riduzione della povertà grazie alle riforme del mercato e ai movimenti della società civile. [89] La maggior parte delle organizzazioni civiche di Hanoi sono state istituite dopo il 1995, a un ritmo molto più lento che a Ho Chi Minh City . [90] Le organizzazioni ad Hanoi sono più "vincolate alla tradizione", focalizzate su politica, istruzione, ricerca, interessi professionali e fanno appello alle organizzazioni governative per risolvere i problemi sociali. [90] Questa marcata differenza da Ho Chi Minh'sorganizzazioni civiche, che praticano un intervento più diretto per affrontare le questioni sociali, possono essere attribuite alle diverse identità sociali del Vietnam del Nord e del Sud. [90] Le organizzazioni civiche con sede ad Hanoi utilizzano uno sviluppo più sistematico e meno un approccio di intervento diretto per affrontare le questioni dello sviluppo rurale, della riduzione della povertà e della protezione dell'ambiente. Contano più sul personale a tempo pieno che sui volontari. Ad Hanoi, il 16,7% delle organizzazioni civiche accetta chiunque come membro registrato e il 73,9% dichiara di avere un proprio budget, rispetto al 90,9% di Ho Chi Minh City . [90]La maggior parte delle organizzazioni civiche di Hanoi trova difficile lavorare con le organizzazioni governative. Molte delle relazioni tese tra organizzazioni non governative e governative derivano dallo statalismo , un pregiudizio contro le organizzazioni non statali da parte degli enti governativi. [90]

Punti di riferimento [ modifica ]

Capitale del Vietnam da quasi mille anni, Hanoi è considerata uno dei principali centri culturali del Vietnam, dove la maggior parte delle dinastie vietnamite hanno lasciato la loro impronta. Anche se alcune reliquie non sono sopravvissute alle guerre e al tempo, la città ha ancora molti interessanti monumenti storici e culturali per visitatori e residenti. Anche quando la capitale della nazione si trasferì a Huế sotto la dinastia Nguyễn nel 1802, la città di Hanoi continuò a prosperare, soprattutto dopo che i francesi ne presero il controllo nel 1888 e modellarono l'architettura della città secondo i loro gusti, conferendo un'estetica importante al ricco patrimonio stilistico della città . La città ospita più siti culturali di qualsiasi altra città del Vietnam, [91]e vanta più di 1.000 anni di storia; quella delle ultime centinaia di anni è stata ben conservata. [92]

Quartiere Vecchio [ modifica ]

Il centro storico, vicino al lago Hoàn Kiếm , mantiene la maggior parte del tracciato stradale originale e parte dell'architettura della vecchia Hanoi. All'inizio del XX secolo Hanoi era costituita dalle "36 strade", dalla cittadella e da alcuni degli edifici francesi più recenti a sud del lago Hoàn Kiếm, la maggior parte dei quali ora fanno parte del distretto di Hoàn Kiếm. [93] Ogni strada aveva mercanti e famiglie specializzate in un particolare commercio, come la seta, i gioielli o persino il bambù. I nomi delle strade riflettono ancora queste specializzazioni, sebbene poche di esse rimangano esclusivamente nel loro commercio originario. [94]La zona è famosa per le sue specializzazioni in mestieri come la medicina tradizionale e l'artigianato locale, tra cui negozi di seta, falegnami di bambù e lattonieri. Qui si possono trovare anche specialità della cucina locale e diversi club e bar. Un mercato notturno (vicino al mercato di Đồng Xuân ) nel cuore del distretto apre ogni venerdì, sabato e domenica sera con una varietà di vestiti, souvenir e cibo.

Siti imperiali [ modifica ]

Porta d'ingresso del Tempio della Letteratura

I siti imperiali sono per lo più nel distretto di Ba Đình e un po' nel distretto di Đống Đa . Sono giustapposte all'architettura coloniale francese (ville, edifici amministrativi e viali alberati). Alcuni importanti edifici dell'epoca feudale includono il Tempio della Letteratura ( Văn Miếu ), sede della più antica università del Vietnam iniziata nel 1010, la Pagoda a un pilastro ( Chùa Một Cột ) che fu costruita sulla base del sogno del re Lý Thái Tông (1028-1054) nel 1049, e la Torre della Bandiera di Hanoi ( Cột cờ Hà Nội ). Nel 2004, gran parte della cittadella di Hanoi, vecchia di 900 anniè stato scoperto nel centro di Hanoi, vicino al sito di piazza Ba Đình . [95]

Laghi [ modifica ]

Una città tra i fiumi costruita sulle pianure, Hanoi ha molti laghi panoramici ed è talvolta chiamata la "città dei laghi". Tra i suoi laghi, i più famosi sono il Lago Hoàn Kiếm , il Lago Ovest , il Lago Trúc Bạch e il Lago Bảy Mẫu (all'interno del Parco Thống Nhất). Il Lago Hoàn Kiếm, noto anche come Lago della Spada, è il centro storico e culturale di Hanoi, ed è legato alla leggenda della spada magica. West Lake (Hồ Tây) è un luogo popolare per trascorrere del tempo. È il lago più grande di Hanoi, con molti templi nella zona. La strada lungo il lago nella zona di Nghi Tam - Quang Ba è perfetta per andare in bicicletta, fare jogging e ammirare il paesaggio urbano o godersi gli stagni di loto in estate. Il modo migliore per vedere la maestosa bellezza di un tramonto sul Lago Ovest è vederlo da uno dei tanti bar intorno al lago, in particolare dal Summit al Pan Pacific Hanoi (formalmente noto come Summit Lounge al Sofitel Plaza Hanoi).

Hanoi coloniale [ modifica ]

Il Teatro dell'Opera di Hanoi , preso all'inizio del XX secolo, da rue Paul Bert (ora Trang Tien street)
L' Hotel Metropole è stato aperto nel 1901

Hanoi è stata la capitale e il centro amministrativo dell'Indocina francese per la maggior parte del periodo coloniale (dal 1902 al 1945). Lo stile architettonico coloniale francese divenne dominante e ne rimangono molti esempi oggi: viali alberati (come via Phan Dinh Phung, via Hoang Dieu e via Tran Phu) e molte ville, palazzi ed edifici governativi. Molte delle strutture coloniali sono una miscela eclettica di stili architettonici francesi e tradizionali vietnamiti, come il Museo Nazionale di Storia Vietnamita , il Museo Nazionale di Belle Arti del Vietnam e il vecchio Indocina Medical College . Gouveneur-Général Paul Doumer(1898-1902) ha svolto un ruolo cruciale nella pianificazione urbana di Hanoi coloniale. Sotto il suo mandato ci fu un grande boom edilizio. [96]

Gli edifici coloniali francesi ad Hanoi si trovano principalmente nel distretto di Ba Đình e nel sud del distretto di Hoàn Kiếm , i due quartieri francesi della città. I punti di riferimento notevoli includono:

Nel distretto di Ba Đình:

Nel distretto di Hoàn Kiếm:

Musei [ modifica ]

Dimora tradizionale di Hanoi, Museo di Etnologia, Hanoi

Hanoi è sede di numerosi musei:

Periferie [ modifica ]

Pellegrinaggio alla Pagoda dei Profumi

La periferia occidentale di Hanoi, precedentemente provincia di Hà Tây , offre una serie di importanti siti religiosi:

Turismo [ modifica ]

Approssimazione del centro storico e dei quartieri francesi di Hanoi

Secondo il rapporto del 2019 di Mastercard , Hanoi è la città più visitata del Vietnam (15° in Asia Pacifico), con 4,8 milioni di visitatori internazionali durante la notte nel 2018. [101] Hanoi è talvolta soprannominata la " Parigi d'Oriente " per le sue influenze francesi. [102] Con i suoi viali alberati, più di due dozzine di laghi e migliaia di edifici dell'era coloniale francese, Hanoi è una popolare destinazione turistica.

Le destinazioni turistiche di Hanoi sono generalmente raggruppate in due aree principali: il Quartiere Vecchio e il Quartiere(i) francese. Il "centro storico" si trova nella metà settentrionale del distretto di Hoàn Kiếm con piccoli isolati e vicoli e un'atmosfera tradizionale vietnamita. Molte strade del centro storico hanno nomi che indicano le merci ("hàng") in cui i mercanti locali erano o sono specializzati. Ad esempio, "Hàng Bạc" ( negozi di argento ) hanno ancora molti negozi specializzati nel commercio di argento e gioielli.

Due aree sono generalmente chiamate "Quartieri francesi": l'area governativa nel distretto di Ba Đình e la parte meridionale del distretto di Hoàn Kiếm. Entrambe le aree hanno caratteristiche ville in stile coloniale francese e ampi viali alberati.

Il centro politico del Vietnam, Ba Đình ha un'alta concentrazione di sedi del governo vietnamita, tra cui il palazzo presidenziale , l' edificio dell'Assemblea nazionale e diversi ministeri e ambasciate, la maggior parte dei quali utilizzava edifici amministrativi dell'Indocina coloniale francese . A Ba Dinh si trovano anche la One Pillar Pagoda , il Lycée du Protectorat e il Mausoleo di Ho Chi Minh .

A sud del "Quartiere Francese" di Hoàn Kiếm si trovano diversi monumenti franco-coloniali, tra cui l' Hanoi Opera House , l'hotel Sofitel Legend Metropole Hanoi , il Museo Nazionale di Storia Vietnamita (ex École française d'Extrême-Orient ) e il St. Cattedrale di Giuseppe . La maggior parte degli edifici franco-coloniali a Hoan Kiem sono ora utilizzati come ambasciate straniere.

Dal 2014, Hanoi è stata costantemente votata tra le prime dieci destinazioni al mondo da TripAdvisor. Si è classificata 8° nel 2014, [103] 4° nel 2015 [104] e 8° nel 2016. [105] Hanoi è la destinazione internazionale più conveniente nel rapporto annuale TripIndex di TripAdvisor. Nel 2017, Hanoi accoglierà più di 5 milioni di turisti internazionali.

Intrattenimento [ modifica ]

Spettacolo del teatro delle marionette sull'acqua Thăng Long

Una varietà di opzioni per l'intrattenimento ad Hanoi si possono trovare in tutta la città. Teatri moderni e tradizionali, cinema, bar karaoke, discoteche, piste da bowling e un'abbondanza di opportunità per lo shopping offrono attività ricreative sia per i locali che per i turisti. Hanoi è stata nominata una delle 10 migliori città per lo shopping in Asia da Water Puppet Tours. [106] Il numero di gallerie d'arte che espongono arte vietnamita è notevolmente aumentato negli ultimi anni, includendo ora gallerie come "Nhat Huy" di Huynh Thong Nhat .

Nhà Triển Lãm in via Hang Bai 29 ospita regolarmente mostre di foto, scultura e pittura in congiunzione con artisti locali ed esposizioni internazionali itineranti.

Una popolare forma tradizionale di intrattenimento è il teatro delle marionette sull'acqua , che viene mostrato, ad esempio, al Thăng Long Water Puppet Theatre.

Acquisti [ modifica ]

Per adattarsi alla rapida crescita economica e all'elevata densità di popolazione di Hanoi, sono stati aperti molti moderni centri commerciali e megamall ad Hanoi.

I principali centri commerciali sono:

  • Trang Tien Plaza , centro commerciale esclusivo in via Trang Tien (proprio accanto al lago Hoàn Kiếm), distretto di Hoàn Kiếm
  • Vincom Center , un moderno centro commerciale con cineplex CGV di fascia alta, Ba Trieu Street (a soli 2 km dal lago Hoan Kiem), Hai Bà Trưng District
  • Centro commerciale The Garden , Me TriMỹ Đình , Nam Từ Liêm District
  • Indocina Plaza, via Xuan Thuy, distretto di Cầu Giấy
  • Vincom Royal City Megamall, il più grande centro commerciale sotterraneo in Asia con 230.000 metri quadrati di negozi, ristoranti, cineplex, parco acquatico (ex), cinema, pista di pattinaggio sul ghiaccio; Via Nguyen Trai (a circa 6 km dal lago Hoan Kiem), distretto di Thanh Xuân
  • Vincom Times City Megamall, un altro megamall di 230.000 metri quadrati che include negozi, ristoranti, cinema, un'enorme fontana musicale sulla piazza centrale e un acquario gigante; Minh Khai street (a circa 5 km dal lago Hoan Kiem), distretto di Hai Ba Trung
  • Lotte Department Store, aperto a settembre 2014, Lieu Giai Street, Ba Đình District
  • Aeon Mall Long Bien ha aperto lo scorso ottobre 2015, Distretto di Long Bien
  • Aeon Mall Ha Dong è stato aperto alla fine del 2019, distretto di Ha Dong

Cucina [ modifica ]

Hanoi ha ricche tradizioni culinarie. Si ritiene che molti dei piatti più famosi del Vietnam, come phở , bún chả , chả cá Lã Vọng , bánh cuốn e cốm siano originari di Hanoi. Forse il più noto è Phở, una semplice zuppa di spaghetti di riso spesso consumata a colazione a casa o nei caffè lungo la strada, ma servita anche nei ristoranti come pasto. Due varietà dominano la scena di Hanoi: Phở Bò, contenente carne di manzo e Phở Gà, contenente pollo. Il Bún chả, un piatto a base di maiale arrosto al carbone servito in una zuppa dolce/salata con vermicelli di spaghetti di riso e lattuga, è di gran lunga il cibo più popolare tra i locali. Il presidente Barack Obama ha notoriamente provato questo piatto in un ristorante Le Van Huu conAnthony Bourdain nel 2016, spingendo all'apertura di un ristorante Bún chả che porta il suo nome nel centro storico.

Il piatto nazionale vietnamita phở è stato nominato da globalpost come uno dei 5 migliori cibi di strada al mondo. [107]

Hanoi ha un certo numero di ristoranti i cui menu offrono specificamente piatti contenenti serpente [108] [109] e varie specie di insetti. Menu ispirati agli insetti si possono trovare in numerosi ristoranti nel villaggio di Khuong Thuong, Hanoi. [110] I piatti caratteristici di questi ristoranti sono quelli che contengono uova di formica lavorate, spesso negli stili culinari dei thailandesi o delle etnie Muong e Tay del Vietnam . [111] Il consumo di cani era popolare ad Hanoi negli anni '90 e nei primi anni 2000, ma ora sta scomparendo rapidamente a causa delle forti obiezioni.

Istruzione [ modifica ]

Hanoi, in quanto capitale dell'Indocina francese, ospitò le prime università in stile occidentale dell'Indocina, tra cui: Indochina Medical College (1902) – ora Hanoi Medical University , Indochina University (1904) – ora Hanoi National University (la più grande), e École Supérieure des Beaux-Arts de l'Indochine (1925) – ora Hanoi University of Fine Art .

Dopo che il Partito Comunista del Vietnam prese il controllo di Hanoi nel 1954, furono costruite molte nuove università, tra cui l' Università della Scienza e della Tecnologia di Hanoi , ancora la più grande università tecnica del Vietnam. Recentemente l'ULIS ( Università di Lingue e Studi Internazionali ) è stata valutata come una delle migliori università del sud-est asiatico per le lingue e gli studi linguistici a livello universitario. [112] Altre università che non fanno parte dell'Università nazionale del Vietnam o dell'Università di Hanoi includono la Scuola di sanità pubblica di Hanoi, la Scuola di agricoltura di Hanoi, l' Università per l'energia elettrica e l' Università dei trasporti e delle comunicazioni .

Hanoi è il più grande centro di istruzione in Vietnam. Si stima che il 62% degli scienziati di tutto il paese viva e lavori ad Hanoi. [113] L'ammissione agli studi universitari avviene attraverso esami di ammissione, che vengono condotti annualmente e aperti a tutti coloro (che hanno completato con successo la propria istruzione secondaria) nel paese. La maggior parte delle università di Hanoi sono pubbliche, anche se negli ultimi anni hanno iniziato a funzionare diverse università private. Thăng Long University , fondata nel 1988, da professori di matematica vietnamiti ad Hanoi e in Francia [114]è stata la prima università privata in Vietnam. Poiché molte delle principali università del Vietnam si trovano ad Hanoi, gli studenti di altre province (soprattutto nella parte settentrionale del paese) che desiderano entrare all'università spesso si recano ad Hanoi per l'esame di ammissione annuale. Tali eventi di solito si svolgono nei mesi di giugno e luglio, durante i quali un gran numero di studenti e le loro famiglie convergono in città per diverse settimane durante l'intenso periodo di esami. Negli ultimi anni, questi esami di ammissione sono stati coordinati a livello centrale dal Ministero dell'Istruzione, ma i requisiti di ammissione sono decisi indipendentemente da ciascuna università.

Sebbene ci siano asili nido di proprietà statale , ci sono anche molte iniziative private che soddisfano le esigenze locali e internazionali. Le scuole pre-terziarie (elementari e secondarie) ad Hanoi sono generalmente gestite dallo stato, ma ci sono anche alcune scuole indipendenti. L'istruzione è equivalente al sistema K-12 negli Stati Uniti, con la scuola elementare tra i gradi 1 e 5, la scuola media (o media) tra i gradi 6 e 9 e la scuola superiore dai gradi 10 a 12. Ci sono diverse scuole specializzate ( o liceo per i dotati) ad Hanoi dove frequentano studenti eccellenti di Hanoi. Alcune scuole includono:

Hanoi - Liceo di Amsterdam

Liceo Chu Van An

Scuola di Specializzazione in Lingue Straniere

Liceo Nguyen Hue

Scuola superiore per studenti dotati, Hanoi National University of Education

Scuola superiore per studenti dotati, Hanoi University of Science

I livelli di istruzione sono molto più alti all'interno della città di Hanoi rispetto alle aree suburbane fuori città. Circa il 33,8% della forza lavoro in città ha completato la scuola secondaria rispetto al 19,4% nelle periferie. [83] Il 21% della forza lavoro in città ha completato l'istruzione terziaria rispetto al 4,1% nelle periferie. [83]

Le scuole internazionali includono:

Ex scuole:

Riforma [ modifica ]

Il cambiamento educativo a livello nazionale è difficile in Vietnam, a causa del controllo restrittivo del governo sulle strategie di sviluppo sociale ed economico. [115] Secondo le pubblicazioni del governo di Hanoi, il sistema educativo nazionale fu riformato nel 1950, 1956 e 1970. [115] Fu solo nel 1975 quando i due sistemi educativi separati degli ex territori del Vietnam del Nord e del Sud furono unificati sotto un unico sistema nazionale. [115] Ad Hanoi nel dicembre 1996, il Comitato Centrale del Partito Comunista del Vietnamha affermato che: "Per realizzare con successo l'industrializzazione e la modernizzazione, è necessario sviluppare fortemente l'istruzione e la formazione [e] massimizzare le risorse umane, fattore chiave di uno sviluppo rapido e duraturo". [115]

Trasporto[ modifica ]

All'interno del terminal internazionale dell'aeroporto internazionale di Noi Bai

Hanoi è servita dall'aeroporto internazionale di Noi Bai , situato nel distretto di Soc Son, a circa 15 km (9 miglia) a nord di Hanoi. Il nuovo terminal internazionale (T2), progettato e costruito da appaltatori giapponesi, è stato inaugurato a gennaio 2015 ed è un grande restyling per l'aeroporto internazionale di Noibai. Inoltre, sono stati aperti contemporaneamente una nuova autostrada e il nuovo ponte strallato Nhat Tan che collega l'aeroporto e il centro città, offrendo molta più comodità rispetto alla vecchia strada (tramite il ponte di Thanglong). I taxi sono moltissimi e di solito hanno il tassametro, anche se è comune anche concordare il prezzo del viaggio prima di prendere un taxi dall'aeroporto al centro città.

Hanoi è anche il punto di origine o di partenza di molte tratte ferroviarie delle ferrovie del Vietnam nel paese. Il Reunification Express (tàu Thống Nhất) va da Hanoi a Ho Chi Minh City dalla stazione di Hanoi (ex stazione Hang Co), con fermate nelle città e nelle province lungo la linea. Anche i treni partono frequentemente da Hanoi per Hai Phong e altre città del nord. La linea Reunification Express fu istituita durante il dominio coloniale francese e fu completata in un periodo di quasi quarant'anni, dal 1899 al 1936. [116] La Reunification Express tra Hanoi e Ho Chi Minh City copre una distanza di 1.726 km (1.072 mi) e dura circa 33 ore. [117] A partire dal 2005, c'erano 278 stazioni sulla rete ferroviaria vietnamita, di cui 191 si trovavano lungo la linea nord-sud.

I principali mezzi di trasporto all'interno della città di Hanoi sono motociclette, autobus, taxi e un numero crescente di auto. Negli ultimi decenni, le moto hanno superato le biciclette come principale mezzo di trasporto. Le automobili, tuttavia, sono probabilmente il cambiamento più notevole negli ultimi cinque anni, poiché molti vietnamiti acquistano i veicoli per la prima volta. L'aumento del numero di automobili è la causa principale degli ingorghi poiché le strade e le infrastrutture nelle parti più antiche di Hanoi non sono state progettate per accoglierli. [118] Il 4 luglio 2017, il governo di Hanoi ha votato per vietare completamente le motociclette entro il 2030, per ridurre l'inquinamento, la congestione e incoraggiare l'espansione e l'uso del trasporto pubblico. [119]

Ci sono due linee della metropolitana ad Hanoi, una delle quali è in costruzione, come parte del piano generale per il futuro sistema della metropolitana di Hanoi . [120] La linea 2A è stata aperta il 6 novembre 2021, [121] mentre la linea 3 dovrebbe entrare in funzione nel 2022.

Le persone sole o che viaggiano in coppia che desiderano fare un viaggio veloce intorno ad Hanoi per evitare gli ingorghi o viaggiare in orari irregolari o lungo un percorso irregolare usano spesso "xe ôm" (letteralmente, "abbraccio in bicicletta") . Le moto possono anche essere noleggiate da agenti all'interno del centro storico di Hanoi, sebbene questo rientri in un'area legale piuttosto grigia. [122]

Sport [ modifica ]

Stadio Nazionale Mỹ Đình

Ci sono diverse palestre e stadi in tutta la città di Hanoi. I più approvati sono lo stadio nazionale Mỹ Đình (Lê Đức Thọ Boulevard), il palazzo sportivo Quan Ngua (Văn Cao Avenue), il complesso sportivo acquatico di Hanoi e la palestra per i giochi indoor di Hanoi . Gli altri includono lo stadio Hang Đẫy . I terzi Giochi Asiatici Indoor si sono tenuti ad Hanoi nel 2009. Gli altri sono Hai Bà Trưng Gymnasium , Trịnh Hoài Đức Gymnasium , Vạn Bảo Sports Complex .

Il 6 novembre 2018 è stato annunciato che nel 2020 Hanoi sarebbe diventata l'ospite del primo Gran Premio del Vietnam FIA di Formula 1 su un circuito cittadino alla periferia della città. [123] La gara è stata inizialmente rinviata e successivamente annullata a causa della pandemia di COVID-19 e l'edizione inaugurale dell'evento rinviata al 2021 . [124] Il Gran Premio è stato rimosso dal calendario 2021 a causa dell'arresto del presidente del Comitato del popolo di Hanoi Nguyễn Đức Chung con l'accusa di corruzione non correlata al Gran Premio. [125]

Hanoi ha due squadre di basket che competono nella Vietnam Basketball Association (VBA), gli Hanoi Buffaloes e i Thang Long Warriors . Lo stadio Hàng Đẫy ospita due squadre di calcio, Hà Nội FC e Viettel FC , entrambe partecipanti alla V.League 1

Assistenza sanitaria e altre strutture [ modifica ]

Alcune strutture mediche ad Hanoi:

Città per la Pace [ modifica ]

Il 16 luglio 1999, l' Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) ha conferito ad Hanoi il titolo di “Città per la Pace” perché la città rispondeva ai seguenti criteri: Azione esemplare contro l'esclusione ea sostegno del dialogo tra le comunità; Azione urbana esemplare; Azione ambientale esemplare; Azione esemplare per promuovere la cultura; Azione esemplare nel campo dell'educazione e soprattutto dell'educazione civica. [126]

Hanoi è l'unica città dell'Asia-Pacifico a cui è stato concesso questo titolo.

Relazioni internazionali [ modifica ]

Hanoi è membro dell'Asian Network of Major Cities 21 e del C40 Cities Climate Leadership Group .

Città gemellate – città gemellate [ modifica ]

Hanoi è gemellata con:

Galleria [ modifica ]

Vedi anche [ modifica ]

Note [ modifica ]

Riferimenti [ modifica ]

  1. ^ Hà Nội – thành phố không ngừng vươn lên – Hànộimới
  2. ^ "Từ Thủ đô nghìn năm văn hiến đến thành phố vì hòa bình" . 20 luglio 2019.
  3. ^ a b "Phê duyệt và công bố kết quả thống kê diện tích đất đai của cả nước năm 2018" [Annunci delle statistiche dell'area per l'intero paese nel 2018]. Legge n. 2908/QĐ-BTNMT del 13 novembre 2019 (in vietnamita). Ministero delle Risorse Naturali e dell'Ambiente (Vietnam) .    – i dati nel report sono in ettari, arrotondati ai numeri interi
  4. ^ "Phần III – biểu tổng hợp" [Parte III – Tabelle tabulate] (PDF) . Kết quả Tổng điều tra dân số và nhà ở thời điểm 0 giờ ngày 01 tháng 4 năm 2019 [ Risultati del censimento della popolazione e degli alloggi alle ore 0 del 1 aprile 2019 ] (pdf) (in vietnamita). Hanoi: Casa editrice statistica, Comitato direttivo del censimento della popolazione e delle abitazioni, Ufficio di statistica generale del Vietnam ( vietnamita : Nhà xuất bản thống kê, Ban chỉ đạo Tổng điều tra dân số và nhà ở Trung ương, Tổng cục Thống kê ). Dicembre 2019. ISBN 978-604-75-1448-9. Archiviato (PDF) dall'originale il 9 maggio 2020 . Estratto il 15 maggio 2020 .
  5. ^ "Tổng kết công tác Tổng điều tra dân số và nhà ở năm 2019" [Riepilogo del censimento della popolazione e delle abitazioni del 2019]. UBND Hanoi (in vietnamita). 11 ottobre 2019 . Estratto il 14 maggio 2020 .
  6. ^ Ufficio di statistica generale del Vietnam (2019). Risultati completati del censimento della popolazione e delle abitazioni del Vietnam del 2019 (PDF) . Casa editrice statistica (Vietnam). ISBN  978-604-75-1532-5.
  7. ^ Chiamato anche popolo Kinh
  8. ^ "Tình hình kinh tế – xã hội quý IV và năm 2019" [Situazione socioeconomica del quarto trimestre e dell'intero anno 2019] (PDF) (in vietnamita). Ufficio di statistica generale di Hanoi. 25 dicembre 2019.
  9. ^ a b "La crescita economica di Hanoi raggiunge il massimo in 4 anni del 7,62% nel 2019" . 28 dicembre 2019.
  10. ^ a b c d "Niên giám thống kê năm 2018" . Estratto il 21 febbraio 2021 .
  11. ^ a b c d Ufficio di statistica generale del Vietnam (2019). "Risultati completati del censimento della popolazione e degli alloggi del Vietnam del 2019" (PDF) . Casa editrice statistica (Vietnam). ISBN  978-604-75-1532-5.
  12. ^ "L'UNESCO celebra la Giornata mondiale delle città designando 66 nuove città creative" . dell'UNESCO . 30 ottobre 2019 . Estratto 5 novembre 2019 .
  13. ^ Con Giang (9 gennaio 2012). "Terre chiamate "drago " " . Tuổi Trẻ . Archiviato dall'originale il 23 aprile 2017 . Estratto il 23 aprile 2017 .
  14. ^ a b c d e f g "Những tên gọi của Hà Nội qua các thời kỳ lịch sử" (in vietnamita). Dân Tri. 30 settembre 2010.
  15. ^ a b c d e "Lịch sử các tên gọi của Thủ đô Hà Nội" (in vietnamita). Hanoi TV. 28 maggio 2013.
  16. ^ Anh Thư Hà, Hồng Đức Trần A Brief Chronology of Vietnam's History 2000– Page 40 "Prendendo questo come un buon auspicio, chiamò la nuova capitale Thăng Long (Città del Drago Volante), ora Hanoi. Lý Thái Tổ riorganizzò l'amministrazione "
  17. ^ Patricia M. Pelley Vietnam postcoloniale: nuove storie del passato nazionale 2002– Pagina 213 "Quando Lý Thái Tổ trasferì la capitale nel 1010."
  18. ^ a b c d e f "Tên gọi Hà Nội qua các thời kỳ lịch sử" (in vietnamita). Lao ng. 13 luglio 2010.
  19. ^ a b "Preistorico Co Loa" . 3 agosto 2013.
  20. ^ Phan, Nguyễn & Nguyễn 1997 , p. 27.
  21. ^ "Le tracce umane pre e protostoria trovate a Dong Mo, Son Tay" . 28 febbraio 2014.
  22. ^ Nam C. Kim 2015 , p. 12.
  23. ^ Nam C. Kim 2015 , p. 144.
  24. ^ Nam C. Kim 2015 , p. 159.
  25. ^ Taylor 2013 , p. 14.
  26. ^ Miksic & Yian 2016 , pag. 111.
  27. ^ Jamieson 1995 , p. 8.
  28. ^ Brindley 2015 , p. 93.
  29. ^ Buttinger 1958 , p. 92.
  30. ^ Kiernan 2019 , p. 69.
  31. ^ Taylor 1983 , p. 28.
  32. ^ ào Duy Anh 2016 , p. 42.
  33. ^ Taylor 1983 , p. 30.
  34. ^ Kiernan 2019 , p. 72.
  35. ^ a b Bielestein 1986 , p. 271.
  36. ^ a b Brindley 2015 , p. 235.
  37. ^ a b c Yü 1986 , p. 454.
  38. ^ a b Kiernan 2019 , p. 78.
  39. ^ a b Kiernan 2019 , p. 79.
  40. ^ Taylor 1983 , p. 38.
  41. ^ Kiernan 2019 , p. 80.
  42. ^ Tran (1977) , p. 16.
  43. ^ Loewe (2004) , p. 60.
  44. ^ "Fasi storiche di Thang Long- Hanoi - 1000 anni di Thang Long (VietNamPlus)" . En.hanoi.vietnamplus.vn. Archiviato dall'originale il 4 novembre 2013 . Estratto il 24 novembre 2013 .
  45. ^ a b Tư trị thông giám , quyển 250 .
  46. ^ a b Kiernan 2019 , p. 123.
  47. ^ Purton 2009 , p. 106.
  48. ^ I mercanti musulmani della Cina premoderna . Cambridge University Press. 1 agosto 2018. pp. 12–50. doi : 10.1017/9780511998492.002 .
  49. ^ Parco 2012 , p. 62.
  50. ^ a b "Guide ruvide – Hanoi e dintorni" . Archiviato dall'originale il 5 marzo 2016 . Estratto il 27 febbraio 2016 .
  51. ^ Boudarel, Nguyen & Nguyễn 2002 , p. 19.
  52. ^ Đặng Việt Thủy; ng Thành Trung (2008). 54 vị Hoàng đế Việt Nam . Hà Nội: Nhà xuất bản Quân đội Nhân dân. pp. 286-287.
  53. ^ Hastings, Max (2018). Vietnam: una tragedia epica, 1945-1975 (1 ed.). New York, New York. ISBN 978-0-06-240566-1. OCLC  1001744417 .
  54. ^ L'Associated Press (3 luglio 1976). "2 parti del Vietnam ufficialmente riunite; Leadership scelta" . L'Indipendente . Bangkok. pagine 1-2.
  55. ^ a b c d e f Logan, William S. (2005). "Il ruolo culturale delle capitali: Hanoi e Hue, Vietnam". Affari del Pacifico . 78 (4): 559-575. doi : 10.5509/2005784559 . JSTOR 40022968 . 
  56. ^ "File nazionali (GNS)" . Agenzia nazionale di intelligence geospaziale . Archiviato dall'originale il 4 maggio 2012 . Estratto il 6 aprile 2007 .
  57. ^ a b "Hơn 90% đại biểu Quốc hội tán thành mở rộng Hà Nội" . Dantri . Archiviato dall'originale il 24 settembre 2008 . Estratto il 29 maggio 2008 .
  58. ^ Peel, MC e Finlayson, BL e McMahon, TA (2007). "Mappa del mondo aggiornata della classificazione climatica Köppen-Geiger" (PDF) . idrol. Sistema Terra Sci . 11 (5): 1633–1644. Bibcode : 2007HESS...11.1633P . doi : 10.5194/hess-11-1633-2007 . ISSN 1027-5606 . Archiviato (PDF) dall'originale il 3 febbraio 2012.   CS1 maint: multiple names: authors list (link)
  59. ^ a b c d e f g "KHÁI QUÁT VỀ HÀ NỘI" (in vietnamita). Hanoi.gov.vn. Archiviato dall'originale il 21 febbraio 2009 . Estratto il 17 ottobre 2015 .
  60. ^ a b c "Rapporto di valutazione del Vietnam sui cambiamenti climatici (VARCC)" (PDF) . Istituto di strategia e politica delle risorse naturali e dell'ambiente. P. 31. Archiviato dall'originale (PDF) il 13 gennaio 2011 . Estratto il 9 novembre 2018 .
  61. ^ Chuc, N; Singh, Piara; Komuravelly, Srinivas; Akkinapally, Ramakrishna; Chinh, N; Thang, N; Wani, Suhas; Lungo, T (2006). Analisi del divario di rendimento delle principali colture pluviali del Vietnam del Nord utilizzando la modellazione di simulazione. Rapporto sul tema globale degli agroecosistemi n. 26 (Rapporto). Istituto internazionale di ricerca sulle colture per i tropici semi-aridi . pp. 9-10.
  62. ^ Thi Phuong Quynh Le; Christina Seidler; Matthias Kändler; Thi Bich Nga Tran (19 settembre 2011). "Metodi proposti per il potenziale calcolo dell'evapotraspirazione del bacino del Red River (Vietnam del Nord)". Processi idrologici . 26 (18): 2782–2790. doi : 10.1002/hyp.8315 .
  63. ^ a b "Dati fisici e climatici naturali del codice edilizio del Vietnam per la costruzione" (PDF) (in vietnamita). Vietnam Institute for Building Science and Technology. Archiviato dall'originale (PDF) il 22 luglio 2018 . Estratto il 23 luglio 2018 .
  64. ^ "ПОГОДА в Ханое" [Meteo ad Hanoi] (in russo). Meteo e clima (Погода и климат). Archiviato dall'originale il 6 marzo 2016 . Estratto il 17 ottobre 2015 .
  65. ^ "Hà Nội nóng kỷ lục 41,5 độ" (in vietnamita). danviet.vn. Archiviato dall'originale il 3 giugno 2017 . Estratto il 4 giugno 2017 .
  66. ^ "Clima Ha Noi marzo - 1988" . tutiempo.net. Archiviato dall'originale il 15 luglio 2017 . Estratto il 15 luglio 2017 .
  67. ^ "Clima Ha Noi aprile - 1982" . tutiempo.net. Archiviato dall'originale il 15 luglio 2017 . Estratto il 15 luglio 2017 .
  68. ^ "THỜI TIẾT HÀ NỘI" (in vietnamita). nchmf.gov.vn. Archiviato dall'originale il 29 settembre 2018 . Estratto il 30 settembre 2018 .
  69. ^ Barone e La Salle. Dictionnaire des Communes administratif et militaire, France métropolitaine et France d'outre-mer . Parigi: Charles-Lavauzelle & Cie, 1949.
  70. ^ Papin, Philippe (2001). Storia di Hanoi . Fayard. pp. 381-386. ISBN 2213606714.
  71. ^ "Dân số và diện tích" . Estratto il 21 febbraio 2021 .
  72. ^ Hong Khanh (29 maggio 2008). "Địa giới Hà Nội chính thức mở rộng từ 1/8" . VnExpress . Estratto il 1 ottobre 2010 .
  73. ^ Ufficio di statistica generale del Vietnam (2009). IL CENSIMENTO DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI DEL VIETNAM 2009: RISULTATI COMPLETATI .
  74. ^ "Hanoi eliminerà le proprie condizioni per la registrazione della residenza" . hanoitimes.vn . Estratto il 18 maggio 2021 .
  75. ^ "Hanoi e Ho Chi Minh City stanno superando le città con la più alta crescita economica del mondo nel 2008-2025" (PDF) . PricewaterhouseCoopers. 10 novembre 2009.
  76. ^ "Copia archiviata" (PDF) . Archiviato (PDF) dall'originale il 6 gennaio 2015 . Estratto il 6 gennaio 2015 . CS1 maint: archived copy as title (link)
  77. ^ " ' Tram hoa' doanh nghiep dua no" . VnExpress. Archiviato dall'originale il 13 novembre 2007.
  78. ^ "NLĐO – Bat dong san Ha Noi soi dong ~ Bất động sản Hà Nội sôi động – KINH TẾ – TIÊU DÙNG" . Archiviato dall'originale il 21 febbraio 2008.
  79. ^ "DIVERSIFICAZIONE DELLE COLTURE IN VIET NAM – Nguyen van Luat" . Archiviato dall'originale il 28 ottobre 2016 . Estratto il 18 aprile 2017 .
  80. ^ "I quattro progetti infrastrutturali chiave di Hanoi messi in atto" . 5 gennaio 2015. Archiviato dall'originale il 17 maggio 2017 . Estratto il 18 aprile 2017 .
  81. ^ a b c d e Lincoln, Martha (2008). "Rapporto dal campo: venditori ambulanti e il settore informale ad Hanoi". Antropologia dialettica . 32 (3): 261-265. doi : 10.1007/s10624-008-9062-9 . JSTOR 29790838 . S2CID 143731865 .  
  82. ^ Wertheim-Heck, Sigrid; Raneri, Jessica Evelyn; Oosterveer, Peter (1 ottobre 2019). "Sicurezza alimentare e nutrizione per i cittadini a basso reddito: esplorare un dilemma di giustizia sociale nella politica dei consumi" . Ambiente e urbanizzazione . 31 (2): 397–420. doi : 10.1177/0956247819858019 . ISSN 0956-2478 . PMC 7340485 . PMID 32704235 .   
  83. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t FORBES, DEAN (2001). "Cambiamento socio-economico e la pianificazione di Hanoi". Ambiente costruito . 27 (2): 68-84. JSTOR 23287513 . 
  84. ^ Turner, Shoenberger, Sarah, Laura (giugno 2011). "I mezzi di sussistenza dei venditori ambulanti e la politica quotidiana ad Hanoi, Vietnam: i semi di un'economia diversificata?" . Studi urbani . 49 (5): 1027-1044. doi : 10.1177/0042098011408934 . S2CID 54092556 . 
  85. ^ Marcus Hernig: Die Renaissance der Seidenstraße (2018) pp 112.
  86. ^ Mappa
  87. ^ Jianglin Zhao "Iniziativa per la Via della Seta Marittima del 21° secolo" (2020), pp 204.
  88. ^ Kiem, Nguyen Manh (1996). "Orientamento strategico per la costruzione e lo sviluppo di Hanoi, Vietnam". Ambito . 25 (2): 108-109. JSTOR 4314433 . 
  89. ^ Van Arkadie, Brian; Mallon, Raymond (2004). Van Arkadie, Brian; Mallon, Raymond (a cura di). Alleviamento della povertà . Vietnam: una tigre in transizione? . ANU Press. pp. 224-234. ISBN 978-0731537501. JSTOR  j.ctt2jbjk6.22 .
  90. ^ a b c d e Wischermann, Joerg (2003). "IL VIETNAM NELL'ERA DEL DOI MOI: le organizzazioni orientate ai problemi e il loro rapporto con il governo" . Sondaggio asiatico . 43 (6): 867-889. doi : 10.1525/as.2003.43.6.867 . JSTOR 10.1525/as.2003.43.6.867 . S2CID 59469399 .  
  91. ^ "Il rapido sguardo ad Hanoi" . Amministrazione nazionale del turismo del Vietnam . Archiviato dall'originale il 9 febbraio 2007.
  92. ^ "Introduzione ad Hanoi" . Il New York Times di Frommer . 20 novembre 2006. Archiviato dall'originale il 19 gennaio 2010 . Estratto il 4 maggio 2010 .
  93. Salta su ^ Hanoi: Biografia di una città di William S. Logan, University of Washington Press 2000 ISBN 0295980141 
  94. ^ 'Memorie di uno studioso delle 36 strade', in: Forbes, Andrew e Henley, David: Vietnam Past and Present: The North (Storia e cultura di Hanoi e Tonkin). Chiang Mai. Cognoscenti Books, 2012. ASIN: B006DCCM9Q.
  95. ^ Pinkowski, Jennifer (16 ottobre 2007). "Thăng Long l'antica città sotto Hanoi" . Il New York Times . Archiviato dall'originale il 17 aprile 2009 . Estratto il 22 ottobre 2007 .
  96. ^ Michael G. Vann, "Building Whiteness on the Red River: Race, Power, and Urbanism in Hanoi di Paul Doumer, 1897–1902," Historical Reflections/Réflexions Historiques , 2007
  97. ^ Dodd & Lewis 2003 , pag. 408.
  98. ^ Drummond & Thomas 2003 , p. 125.
  99. ^ Rutherford 2002 , pp. 380-81.
  100. ^ "Thiền sư TỪ ĐẠO HẠNH và văn khắc chuông chùa Thiên Phúc" (in vietnamita). Punto Chuoi Non . Estratto il 2 agosto 2013 .
  101. ^ "Mastercard elenca Hanoi, HCMC tra le prime 20 destinazioni di viaggio in Asia-Pacifico" . VNExpress . Archiviato dall'originale il 22 ottobre 2019 . Estratto il 13 novembre 2019 .
  102. ^ Plevin, Julia (26 settembre 2009). "Note su Hanoi, Vietnam" . L'Huffington Post . Archiviato dall'originale il 21 novembre 2016 . Estratto il 30 aprile 2017 .
  103. ^ "Le 25 destinazioni di viaggio più popolari nel mondo" . Archiviato dall'originale il 15 agosto 2016 . Estratto il 28 giugno 2016 .
  104. ^ "Le scelte di TripAdvisor: le 25 migliori destinazioni del mondo" . 24 marzo 2015. Archiviato dall'originale il 24 giugno 2016 . Estratto il 28 giugno 2016 .
  105. ^ "TripAdvisor sceglie le 10 migliori destinazioni del mondo" . 21 marzo 2016. Archiviato dall'originale il 29 giugno 2016 . Estratto il 28 giugno 2016 .
  106. ^ "Risultati dettagliati e vincitori dello Smart Travel Asia Best in Travel Poll 2009" . Smarttravelasia.com . Estratto il 18 giugno 2010 .
  107. ^ "Miglior cibo di strada | Pho vietnamita | Cibo peruviano" . Globalpost.com. Archiviato dall'originale il 22 gennaio 2010 . Estratto il 18 giugno 2010 .
  108. ^ "Ristorante del serpente Nguyen Van Duc" . TNH Hanoi . TNH. Archiviato dall'originale il 28 luglio 2013 . Estratto il 4 novembre 2012 .
  109. ^ Inseguirà (2005). "Avventure culinarie ad Hanoi" . Inseguirà le arti . inseguirà. Archiviato dall'originale il 7 maggio 2012 . Estratto il 4 novembre 2012 .
  110. ^ VietNamNet Bridge (1 giugno 2007). "Cibo per insetti ad Hanoi" . Ponte VietnamNet . Ponte VietnamNet. Archiviato dall'originale il 4 giugno 2011 . Estratto il 4 novembre 2012 .
  111. ^ "Hai già preso il bug?" . Ristoranti a Hanoi . Ristoranti ad Hanoi. 3 agosto 2011. Archiviato dall'originale il 18 dicembre 2013 . Estratto il 4 novembre 2012 .
  112. ^ "Università nazionale del Vietnam, Hanoi" . Le migliori università. 8 dicembre 2012. Archiviato dall'originale il 15 ottobre 2013 . Estratto il 24 novembre 2013 .
  113. ^ "Hanoi – La capitale del Vietnam: Prefazione" . Comitato popolare della città di Hanoi . Archiviato dall'originale il 27 settembre 2007.
  114. ^ Notizie del Vietnam (9 aprile 1998). "Notizie dal Vietnam" . Vietnamnews.vnagency.com.vn. Archiviato dall'originale il 14 dicembre 2009 . Estratto il 18 giugno 2010 .
  115. ^ a b c d Duggan, Stephen (2001). "Riforma educativa in Viet Nam: un processo di cambiamento o continuità?". Educazione comparata . 37 (2): 193-212. doi : 10.1080/03050060120043411 . JSTOR 3099657 . S2CID 143980922 .  
  116. ^ "Repubblica socialista del Vietnam: Greater Mekong Subregion Kunming-Hai Phong Transport Corridor: Yen Vien-Lao Cai Railway Upgrading Project" (PDF) . Relazione e Raccomandazione del Presidente al Consiglio di Amministrazione: Numero Progetto: 39175: Asian Development Bank . Banca asiatica di sviluppo. novembre 2006. Archiviato dall'originale (PDF) il 24 luglio 2012 . Estratto il 4 novembre 2012 .
  117. ^ Mark Smith (19 maggio 2012). "Un veloce, vasto dorso d'acciaio" . Sydney Morning Herald . Archiviato dall'originale il 7 gennaio 2013 . Estratto il 4 novembre 2012 .
  118. ^ Basso di Hans-Heinrich; Thanh Trung Nguyen (marzo 2013). "Imminente stallo" . dandc.eu. Archiviato dall'originale il 5 novembre 2013.
  119. ^ "Hanoi prevede di vietare le motociclette entro il 2030 per combattere l'inquinamento" . Notizie della BBC . 4 luglio 2017 . Estratto il 5 luglio 2017 .
  120. ^ Peel, Michael (22 gennaio 2016). "La storia di due linee della metropolitana mostra una battaglia per gli affari in Vietnam" . Financial Times. Archiviato dall'originale il 2 marzo 2016 . Estratto il 27 febbraio 2016 .
  121. ^ Nguyen, Dat. "Hanoi ottiene il primo servizio di metropolitana del paese" . VnExpress . Estratto il 6 novembre 2021 .
  122. ^ "Spostarsi ad Hanoi" . Frommer . John Wiley & Sons, Inc. Archiviato dall'originale il 6 gennaio 2013 . Estratto il 4 novembre 2012 .
  123. ^ "Il Vietnam ospiterà il Gran Premio di Formula 1 dal 2020 | Formula 1®" .
  124. ^ "Annullamento del Gran Premio Vinfast Vietnam 2020" . Gran Premio del Vietnam . 16 ottobre 2020 . Estratto il 16 ottobre 2020 .
  125. ^ Andrew Benson (9 novembre 2020). "Il Gran Premio del Vietnam è stato ritirato dal programma F1 2021" . bbc.com . Estratto il 9 novembre 2020 .
  126. ^ Huong, Hoang (12 dicembre 2010). "Hanoi soffre a causa del titolo di "Città per la pace"" . vietnam.net . Estratto il 19 agosto 2019 .
  127. ^ "Città sorelle" . Phnompenh.gov.kh. Archiviato dall'originale il 23 agosto 2013 . Estratto il 26 marzo 2013 .
  128. ^ " " Sister City "di Giacarta-Hanoi berbagi pengalaman kelola perkotaan" . antaranews.com (in indonesiano). ANTARA Notizie. 31 marzo 2018 . Estratto il 21 luglio 2021 .
  129. ^ "Scambio internazionale" . pref.fukuoka.lg.jp . Prefettura di Fukuoka . Estratto il 16 settembre 2021 .
  130. ^ Ilia Lobster (9 settembre 2009). "Astana-Hanoi: orizzonti di cooperazione" . KazPravda.kz. Archiviato dall'originale il 9 marzo 2015 . Estratto il 9 ottobre 2014 .
  131. ^ "Città sorella e amicizia" . seul.go.kr . Governo Metropolitano di Seul . Estratto il 21 luglio 2021 .
  132. ^ "Miasta partnerskie Warszawy" . um.warszawa.pl (in polacco). Varsavia . Estratto il 21 luglio 2021 .
  133. ^ "Hanoi Days a Mosca aiuta le città sorelle" . Vbusinessnews.com. Archiviato dall'originale il 13 gennaio 2009.
  134. ^ "La cooperazione bilaterale tra Seychelles e Vietnam raggiunge nuove vette" . statehouse.gov.sc . Ufficio del Presidente della Repubblica delle Seychelles. 28 agosto 2013 . Estratto il 16 settembre 2021 .
  135. ^ "Relazione con le città sorelle" . Amministrazione metropolitana di Bangkok . Estratto il 21 luglio 2021 .
  136. ^ "Città sorelle" . pechino.gov.cn . Pechino . Estratto il 21 luglio 2021 .
  137. ^ "Ankaranın Kardeş Şehirleri" . ankara.bel.tr (in turco). Ankara . Estratto il 21 luglio 2021 .
  138. ^ "Città gemelle di Minsk" . minsk.gov.by . Minsk . Estratto l' 8 gennaio 2021 .
  139. ^ "Comune di Palermo" . comune-italia.it (in italiano). Comune Italia . Estratto l' 8 gennaio 2021 .
  140. ^ "SA cresce legami con il Vietnam come alleato" . vukuzenzele.gov.za . Vuk'uzenzele. settembre 2013 . Estratto l' 8 gennaio 2021 .

Bibliografia [ modifica ]

  • Boudarel, Georges (2002). Hanoi: la città del drago nascente . Rowman & Littlefield Publishers, Inc. ISBN 978-0-7425-1655-7.
  • Bielestein, Hans (1986), "Wang Mang, la restaurazione della dinastia Han e gli Han successivi", in Twitchett, Denis C.; Fairbank, John King (a cura di), The Cambridge History of China: Volume 1, The Ch'in and Han Empires, 221 aC-220 dC , Cambridge: Cambridge University Press, pp. 223-290
  • Jamieson, Neil L (1995). Capire il Vietnam . Pressa dell'Università della California. ISBN 9780520201576.
  • Buttinger, Joseph (1958). Il drago più piccolo: una storia politica del Vietnam . Editori Praeger.
  • Brindley, Erica (2015). Antica Cina e Yue: percezioni e identità sulla frontiera meridionale, 400 aC-50 dC . Cambridge University Press. ISBN 978-1107084780.
  • Nam C. Kim (2015). Le origini dell'antico Vietnam . La stampa dell'università di Oxford. ISBN 9780199980895.
  • Taylor, Keith Weller (2013). Una storia dei vietnamiti . Cambridge University Press. ISBN 978-0-521-87586-8.
  • Miksic, John Norman; Yian, Go Geok (2016). Antico sud-est asiatico . Taylor & Francesco . ISBN 978-1-317-27903-7.
  • Kiernan, Ben (2019). Việt Nam: una storia dalle origini ai giorni nostri . Stampa dell'Università di Oxford . ISBN 9780190053796.
  • Purton, Peter Fraser (2009). Una storia dell'assedio tardo medievale, 450-1220 . Boydell & Brewer. ISBN 9781843834489.
  • Parco, Hyunhee (2012). Mappatura del mondo cinese e islamico: scambio interculturale nell'Asia pre-moderna . Cambridge University Press. ISBN 9781107018686.
  • Boudarel, Georges; Nguyen, Van Ky; Nguyễn, Văn Ký (2002). Duker, Claire (ed.). Hanoi: la città del drago nascente . New York: Rowman & Littlefield Editori. ISBN 9780742516557.
  • Loewe, Michael (2004), "Guangzhou: le prove delle storie standard dallo Shi ji al Chen shu , un'indagine preliminare", Guangdong: Archeologia e primi testi (Zhou-Tang) , Harrassowitz Verlag, pp 51-80 , ISBN 3-447-05060-8.
  • Tran Quoc Vuong & al.; et al. (1977), Hanoi: dalle origini al XIX secolo , Studi vietnamiti, Hanoi: Xunhasaba.
  • Phan, Huy Le ; Nguyễn, Quang Ngọc; Nguyễn, Đình Lễ (1997). La vita di campagna nel delta del fiume Rosso .
  • Đào Duy Anh (2016) [Pubblicato per la prima volta nel 1964]. Đất nước Việt Nam qua các đời: nghiên cứu địa lý học lịch sử Việt Nam (in vietnamita). Nha Nam. ISBN 978-604-94-8700-2.
  • Forbes, Andrew e Henley, David: Vietnam Past and Present: The North (Storia e cultura di Hanoi e Tonkin). Chiang Mai. Cognoscenti Books, 2012. ASIN: B006DCCM9Q.
  • Yü, Ying-shih (1986), "Relazioni estere Han", in Twitchett, Denis C.; Fairbank, John King (a cura di), The Cambridge History of China: Volume 1, The Ch'in and Han Empires, 221 aC-220 dC , Cambridge: Cambridge University Press, pp. 377-463
  • Logan, William S. (2001). Hanoi: Biografia di una città . Pressa dell'Università di Washington. ISBN 978-0-295-98014-0.
  • Vann, Michael G. (2018). La grande caccia al ratto di Hanoi: impero, malattia e modernità nel Vietnam coloniale francese . New York: Oxford University Press.

Collegamenti esterni [ modifica ]